Pubblicato il

09 dicembre 2018

Ragusa

COMPIE 40 ANNI IL CONSULTORIO FAMILIARE: DOMENICA CONVEGNO E CONCERTO NELLA CHIESA DELLA BADIA

COMPIE 40 ANNI IL CONSULTORIO FAMILIARE: DOMENICA CONVEGNO E CONCERTO NELLA CHIESA DELLA BADIA

Il Consultorio familiare di ispirazione cristiana di Ragusa celebra i suoi 40 anni di presenza al ser-vizio della famiglia e della città. Fu fondato, infatti, nel 1978 con la stipula dell’atto costitutivo nel-lo studio del notaio Ottaviano. La sua attività continua anche oggi grazie all’impegno e alla dispo-nibilità di tanti operatori volontari. Grazie a loro il Consultorio continua ad essere un luogo dove si viene accolti, ascoltati e aiutati nel rispetto della privacy. Il servizio viene attuato attraverso inter-venti di consulenza a persone, coppie, famiglie in circostanze di difficoltà o di crisi relazionale, at-traverso interventi di prevenzione con iniziative di formazione ed impegno culturale sul territorio per la comunità.

L’anniversario per il quarantesimo prevede un convegno sul tema ‘‘40 anni al servizio della famiglia e della comunità’’ che si terrà domenica 9 dicembre, nella chiesa della Badia di Ragusa, con inizio alle ore 9. Per l’occasione saranno relatori padre Giovanni Salonia, direttore istituto G.T.K., e don Edoardo Algeri, presidente della Confederazione nazionale dei Consultori d’ispirazione cristiana. Dopo le relazioni, è prevista una breve cerimonia per il quarantesimo e a seguire la santa messa. Nel pomeriggio, alle 15.30, è in programma una mostra fotografica nella sede di via Cartia e, alle 16.30, un concerto di musica classica per archi nella chiesa della Badia.

In un messaggio inviato a tutti gli operatori, il vescovo monsignor Carmelo Cuttitta ha scritto: “Desidero esprimere il mio più vivo e sincero compiacimento per il lavoro svolto in questi anni nei quali il Consultorio ha accompagnato tantissime persone, famiglie, ragazzi e giovani, persone con forme di disagio fisico, morale psichico, mantenendo sempre una dimensione di carità. Auguro al Consultorio familiare di proseguire con slancio e professionalità il servizio che ha reso in questi quarant’anni, per essere una presenza per servire”.