Pubblicato il

11 dicembre 2018

Ragusa

“ESERCIZI DI PACE”: POMERIGGIO CINEMATOGRAFICO E DI DIALOGO INTERRELIGIOSO

“ESERCIZI DI PACE”: POMERIGGIO CINEMATOGRAFICO E DI DIALOGO INTERRELIGIOSO

Con il lungometraggio di produzione indipendente “Voci dal silenzio” dei giovani registi Joshua Wahlen e Alessandro Seidita sarà possibile ascoltare la luminosa testimonianza di asceti ed eremiti di diverse parti d’Italia nel tentativo di risvegliare le domande sul senso della vita riposte nel fondo della nostra coscienza. Un cinema che in questo modo diventa un canale privilegiato di educazione all’ascolto, al confronto, in una società letteralmente bombardata da stimoli di ogni specie.

“L’ascesi non come stranezza né performance riservata a superdotati, ma fondamentale dimensione dell’uomo. È a partire da quest’“esercizio” di pace interiore nutrita di relazione con il mistero, che religioni e culture si comprendono, l’uomo urbano ritrova la vera ricchezza desiderata”. Con queste parole gli organizzatori presentano il tema dell’iniziativa dal titolo “Esercizi di pace per una pienezza di vita”, promossa dall’Ufficio per la Cultura e dalla Cattedra di Dialogo tra le Culture All’interno del Vittoria Peace Film Fest, è proposto durante il pomeriggio di martedì 11 dicembre, al multusala Golden, a Vittoria, un “viaggio” che prevede le seguenti “tappe”:

  • ore 16.00       Proiezione del documentario “Voci dal silenzio” di J. Wahlen e A. Seidita
  • ore 17.00       Commento del regista J. Wahlen e dibattito
  • ore 17.45       Pausa
  • ore 18.00       Tavola rotonda “La ricerca di Dio nelle odierne metropoli”

“Molteplici saranno gli spunti di riflessione sulla natura umana, sulle insidie del mondo contemporaneo e sui rapporti che l’anacoreta, e più in generale l’uomo, tesse con il divino. L’ascesi, infatti, è pienezza di umanità e, senza tale dimensione, l’uomo sarebbe impoverito. Silenzio e contemplazione – spiega una nota stampa della Cattedra di Dialogo tra le Culture – sono anche le dimensioni privilegiate attraverso cui si è tessuto nella storia un incontro intimo tra le religioni, divenendo i pilastri della vera pace. Una pace che senza uno “sforzo”, sebbene accompagnato dalla grazia divina, senza una lotta con le passioni/illusioni del proprio io, sarebbe solo azione di compromesso di scarsa durata e di dubbia efficacia”.

Il tema, contestualizzato nelle odierne metropoli, sarà affrontato nel corso della tavola rotonda con  il teologo cattolico don Mario Cascone, l’imam musulmano Yusuf Abd al Hady Dispoto e l’ebreo Gabriele Spagna, moderati da Giuseppe Di Mauro, vicedirettore dell’Ufficio diocesano per la Cultura. Ad introdurre i lavori, il direttore della Cattedra di Dialogo tra le culture, p. Biagio Aprile, dei frati minori conventuali di Sicilia. Parteciperanno al dibattito gli imam delle comunità islamiche di Comiso e Vittoria ed esponenti di rilievo della comunità valdese del territorio.

“Uno stimolo concreto per allargare gli orizzonti del proprio vedere – chiude la nota stampa – e orientare nuovi stili di vita oltre le effimere conquiste del quotidiano. Un invito a progettare il nostro stare al mondo, dando a esso un significato personale, profondo e spirituale; a porre così le basi per la una pace sociale efficace e duratura”.

L’ingresso è gratuito e aperto a tutti.

Condividi

AVVISO

×

Prendendo atto del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, finalizzato a definire il quadro degli interventi per arginare il rischio del contagio del “coronavirus” (COVID-19), ciascuna Diocesi ha adottato i propri provvedimenti che possono essere visionati sui siti diocesani.

 

Tutti gli incontri programmati dagli Uffici regionali e dagli organismi collegati sono rinviati a data da destinarsi.

Condividi