Pubblicato il

9 aprile 2019

Ragusa

DIALOGO TRA UN TEOLOGO E UN IMAM PER GLI 800 ANNI DALL’INCONTRO TRA SAN FRANCESCO E IL SULTANO

DIALOGO TRA UN TEOLOGO E UN IMAM PER GLI 800 ANNI DALL’INCONTRO TRA SAN FRANCESCO E IL SULTANO

Otto secoli dopo l’incontro del “poverello” di Assisi con il Sultano, un altro Francesco, stavolta Papa, percorre le strade del nord Africa e nel giro di un mese firma uno storico documento ad Abu Dhabi in Arabia Saudita con il Grande Imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyeb, e incontra a Rabat in Marocco il Re Mohammed VI. Due viaggi di straordinaria intensità umana e spirituale, di speranza per un inedito percorso di vera fratellanza tra le comunità più numerose del pianeta. A tali eventi si ispira la tavola rotonda “Il cerchio della fraternità”, che la Cattedra di “Dialogo tra le culture” intende offrire alla cittadinanza.

Si intitola “Il cerchio della fraternità” l’iniziativa della Cattedra di Dialogo tra le culture della diocesi di Ragusa che si tiene martedì 9 aprile, nel salone della chiesa di San Giuliano Eymard, a Ragusa, dalle 19. Vedrà incontrarsi e confrontarsi cristiani e musulmani.

Ad animare il confronto saranno due personaggi di grande rilievo: il teologo don Gianni Colzani, docente emerito dell’Università Urbaniana di Roma, e l’imam di Agrigento, Abd al Hady Dispoto, responsabile della Comunità religiosa islamica italiana in Sicilia. Introdurrà i lavori don Salvatore Converso, vice direttore della Cattedra. Moderatrice sarà Mariagrazia Licitra, docente della Scuola teologica di base di Ragusa.

Saranno presenti imam e rappresentanti delle comunità islamiche del territorio ibleo, tra cui Comiso, Modica e Scicli. “La tavola rotonda – spiegano gli organizzatori – non intende mirare ad un confronto di carattere teologico su contenuti specifici della propria fede, quanto assurgere a simbolo dell’abbraccio tra Oriente e Occidente, tra Nord e Sud e tra tutti coloro che credono che Dio ci abbia creati per conoscerci, per cooperare tra di noi e per vivere come fratelli che si amano”.

Condividi