Pubblicato il

24 settembre 2019

Patti

ONLINE IL SITO DELLA CARITAS, CON MIGRANTES E POLICORO

ONLINE IL SITO DELLA CARITAS, CON MIGRANTES E POLICORO

La Caritas diocesana di Patti va online e porta con sé anche Migrantes e Progetto Policoro. Il sito reperibile all’indirizzo www.caritasdiocesanapatti.com nasce con l’intenzione di comunicare e far comprendere agli utenti, in maniera semplice ed efficace, il lavoro e l’operato che la Caritas diocesana porta avanti quotidianamente, ma dice anche delle iniziative dell’Ufficio Migrantes e le attività del Progetto Policoro sul territorio.

E’ un mezzo di comunicazione non solo con tutta la comunità diocesana, ma anche con tutte le altre realtà che sono interessate a seguire il cammino che la Caritas diocesana propone insieme agli altri uffici, come appunto Migrantes e Policoro” dice mons. Guglielmo Giombanco, vescovo di Patti, che loda l’iniziativa e chiede “comunione e intensificazione dei rapporti tra varie associazioni o gruppi che afferiscono alle iniziative della Caritas“.

Il presule parla di un “servizio prettamente evangelico a beneficio dell’uomo e delle donne del nostro tempo” e auspica che “la conoscenza di quanto si realizza in diocesi susciti poi la partecipazione e anche l’adesione ad impegnarsi in prima persona per alleviare le sofferenze di tanti nostri fratelli e rispondere concretamente alle loro povertà“. Il sito, infatti, ha anche intento formativo “perché i volontari – spiega la Caritas di Patti –, accendendo ad alcune aree a loro riservate, potranno scaricare sussidi, dispense e materiale di vario genere“.

La Caritas diocesana di Patti ha già una propria pagina Facebook, un profilo Instagram, edun profilo Twitter; ha creato ed aggiorna frequentemente un proprio canale Youtube e si tiene incontatto con i propri volontari ed operatori attraverso le app di messaggistica istantanea Telegram eWhatsapp.

Condividi

AVVISO

×

Prendendo atto del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, finalizzato a definire il quadro degli interventi per arginare il rischio del contagio del “coronavirus” (COVID-19), ciascuna Diocesi ha adottato i propri provvedimenti che possono essere visionati sui siti diocesani.

 

Tutti gli incontri programmati dagli Uffici regionali e dagli organismi collegati da oggi e fino al 3 aprile p.v. sono rinviati a data da destinarsi.

Condividi