Pubblicato il

Tempo libero, Turismo e Sport

“CAMMINARE PER RISCOPRIRE DIO NELL’INTIMO DI SÉ E CONOSCERE LA TERRA IN CUI SI VIVE”

“CAMMINARE PER RISCOPRIRE DIO NELL’INTIMO DI SÉ E CONOSCERE LA TERRA IN CUI SI VIVE”

Anche la Conferenza episcopale siciliana è stata presente al meeting regionale delle Vie sacre di Sicilia. E’ stato don Roberto Fucile, direttore dell’Ufficio regionale per il Tempo libero, il Turismo e lo Sport ad intervenire alla V edizione, che si è svolta dal 9 all’11 novembre alla Fiera del Mediterraneo, a Palermo.

“Quella delle vie sacre è una realtà che coinvolge molti cammini e vie di pellegrinaggi in Sicilia – spiega don Roberto Fucile – e già da qualche mese siamo in dialogo per far sì che la Chiesa siciliana possa essere più coinvolta. Il camminare lungo vie di pellegrinaggi e lungo i percorsi di devozione diventa per il cristiano motivo di riscoperta di Dio nell’intimo più profondo di sé e occasione di conoscenza del proprio territorio con tutto quello che contiene”.

Oltre al dibattito, che ha aperto “Fa’ la Cosa Giusta Sicilia”, “la Fiera del Consumo Critico e degli Stili di Vita Sostenibili”, ai partecipanti è stata proposta un’attività escursionistica lungo l’ultimo tratto dell’Itinerarium Rosalie e sono stati presentate le esperienze di Cammini e le iniziative che compongono “Vie Sacre Sicilia”.

Distribuito gratuitamente anche il libretto ‘Cammini e Vie Sacre in Sicilia’ pubblicato dall’Assessorato regionale al Turismo e il depliant con il Calendario Vie Sacre Sicilia delle iniziative 2019.