Pubblicato il

07 dicembre 2019

Palermo - Messina - Siracusa

UCSI: “COMUNICARE I BENI CULTURALI, ARCHITETTONICI, LE TRADIZIONI RELIGIOSE E POPOLARI DI SICILIA”

UCSI: “COMUNICARE I BENI CULTURALI, ARCHITETTONICI, LE TRADIZIONI RELIGIOSE E POPOLARI DI SICILIA”

Oltre 150 i partecipanti tra giornalisti e uditori, nei due eventi, che si sono svolti a Palermo nell’Oratorio di Sant’Elena e Costantino sede della Fondazione Federico II di  Piazza della Vittoria e  a Messina presso il Tempio di San Giovanni di Malta. L’organizzazione è stata curata dall’Ucsi Sicilia, in sinergia con la Fondazione Federico II di Palermo, con il contributo della SIPBC Società Italiana per la protezione dei Beni Culturali e del Liceo Artistico “Vincenzo Ragusa – Otama  Kiyohara – Filippo Parlatore”.

A Palermo, dopo l’introduzione dei lavori a cura di Patrizia Monterosso, direttore della Fondazione Federico II, i saluti istituzionali del Presidente dell’Ucsi Palermo Michelangelo Nasca, di don Giuseppe Bucaro, Direttore dell’Ufficio Beni Culturali presso l’Arcidiocesi di Palermo, e della Preside  dell’Istituto d’Arte “Ragusa – Otama – Parlatore” Giuseppina Attinasi.

Sono seguiti gli interventi dell’arch. Stefano Biondo, Direttore del Centro per la Progettazione e il Restauro della Regione Sicilia, su “Progettazione Restauri, mostre e gestione di eventi culturali”; dell’avv. Tommasa Siragusa, giornalista e Direttrice della Biblioteca Regionale Universitaria di Messina, su “Il Bene Culturale, inquadramento giuridico, carattere identitario, tutela e valorizzazione”; dell’arch. Nino Principato, storico dell’arte, su “I Beni Architettonici di Sicilia e l’arte di farli conoscere”;  di Alfonso Lo Cascio, giornalista e Presidente regionale BCsicilia, su “L’isola dei Tesori. Comunicare i Beni Culturali in terra di Sicilia”.

A Messina l’evento è stato organizzato in sinergia con la Fondazione Federico II di Palermo, con il patrocinio di Unitelma Sapienza “Polo Didattico della Sicilia” sede di Messina, l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, l’Ordine degli Architetti di Messina  e con il contributo della la SIPBC Società Italiana per la protezione dei Beni Culturali, del Club per l’Unesco di Messina e dell’Associazione Culturale “Aura”. Dopo l’introduzione dei lavori di mons. Angelo Oteri, rettore della chiesa S. Giovanni di Malta, i saluti istituzionali dell’arch. Michele Palamara in rappresentanza del Presidente dell’Ordine degli Architetti di Messina, della Presidente dell’Associazione SIPBC prof.ssa Rosa Maria Lucifora, della prof.ssa Alma Raniolo per il Liceo Artistico E. Basile e della Presidente dell’Associazione “Aura” dott.ssa Francesca Mangano. I relatori sono stati: l’avv. Tommasa Siragusa; Marco Grassi, giornalista, che ha relazionato su “La Chiesa di San Giovanni di Malta: lo Stargate di Messina”; Carmen Di Per, giornalista, che è intervenuta su “Beni ed Eventi Culturali: Comunicazione Integrata” e dell’arch. Nino Principato, storico dell’arte, che ha parlato di “Beni architettonici di Sicilia e l’arte di farli conoscere”.

Presenti due delegazioni di studenti dei licei artistici di Palermo e Messina, che hanno ricevuto un attestato di partecipazione da parte di Domenico Interdonato Presidente dell’Ucsi Sicilia, moderatore dei lavori in entrambe le giornate. Sono stati quattro i crediti concessi dall’Ordine dei giornalisti di Sicilia, ai partecipanti all’evento dal titolo “Comunicare i Beni Culturali, Architettonici, le Tradizioni Religiose e Popolari di Sicilia”.

A Siracusa sabato 7 dicembre, dalle 9,30 alle 13,30, nella sala “Ettore Baranzini” del centro Pastorale del Santuario Madonna della Lacrime di Siracusa, si svolgerà un corso per la formazione dei giornalisti sul tema “La narrazione che tradisce: quando i diritti umani sono violati due volte”.  Il corso è organizzato dall’Ucsi Sicilia e dalla sezione provinciale di Siracusa. Relatori: il magistrato Andrea Migneco; Giuseppe Sampognaro, psicoterapista; Giulia Chiacchella, medico. Modererà il giornalista Gaetano Scariolo.

Condividi