Pubblicato il

12 - 15 settembre 2019

Monreale

“I MEDIA DELLA CEI INSIEME… PER PASSIONE!” – IV EDIZIONE

“I MEDIA DELLA CEI INSIEME… PER PASSIONE!” – IV EDIZIONE

"Per questo parlo loro in parabole: perché pur vedendo non vedono, e pur udendo non odono e non comprendono… (Matteo 13,13). Anche oggi” è il tema della quarta edizione de “I media della Cei insieme… per passione!”. L'avvenimento a carattere nazionale si svolgerà dal 12 al 15 settembre, ma quest'anno con un’interessante evoluzione: la “Festa di Avvenire”, diventa infatti la “Festa di Avvenire, TV2000, inBlu Radio e AgenSIR”, ovvero i media di riferimento della Conferenza Episcopale Italiana. “Una novità non da poco - spiega don Ivan Maffeis, direttore nazionale dell’Ufficio per le Comunicazioni sociali della Cei - segno eloquente di come il territorio dall’Arcidiocesi di Monreale offra un proprio, efficace, contributo a livello nazione per una interazione sempre maggiore fra le quattro testate dei media della Chiesa Italiana”. Una nota stampa spiega che "si tratta di un evento culturale che prende le mosse dalle provocazioni delle parabole evangeliche per essere declinato in tre fondamentali ambiti della vita di ogni giorno: l’arte, la giustizia e la società per confrontarsi su come la comunicazione sia sempre feconda e, come le parabole di Gesù, sproni sempre a una riflessione 'altra'”.

Promosso dall’arcidiocesi di Monreale, l’evento, è organizzato dall’Ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali, diretto da don Antonio Chimenti e dall’Associazione culturale “Così, per… passione!” presieduta da Ino Cardinale,di Terrasini, in sinergia conl’Ufficio delle Comunicazioni della Conferenza Episcopale Italiana e le direzioni e le redazioni del quotidiano Avvenire, dell’emittente nazionale TV2000, della Radio cattolica InBlu e dell’Agenzia giornalistica religiosa AgenSIR, il tutto esemplarmente patrocinato dal Comune di Terrasini.

Nel susseguirsi delle giornate insieme con mons. Michele Pennisi, arcivescovo Monreale e Vice presidente della Conferenza Episcopale Siciliana; mons. José Tolentino Calaça de Mendonça, teologo e poeta – Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa; mons. Antonino Raspanti, vescovo di Acireale e Vice Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, mons. Calogero Peri, vescovo di Caltagirone e Delegato per la Cultura e le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Siciliana, ci saranno

  • i rappresentanti dell’arte: Pamela Villoresi, attrice di teatro – Direttrice Teatro Biondo Stabile di Palermo; Lina Bellanca, Soprintendente Beni Culturali ed Ambientali di Palermo; Lollo Franco, regista teatrale; Marcelo Cesena, compositore e pianista brasiliano; come anche i rappresentanti delle istituzioni: Nicola Morra, presidente Commissione parlamentare Antimafia; Nello Musumeci, Presidente Regione siciliana; Leoluca Orlando, sindaco di Palermo; Giovanni Cataldo, Comandante legione carabinieri “Sicilia”;
  • i volti dell’impegno sociale come don Antonio Mazzi – Comunità Exodus per il recupero di tossicodipendenti; Salvatore Martinez, Presidente nazionale Rinnovamento nello Spirito Santo;
  • i rappresentati della comunicazione cattolica come Sergio Perugini, addetto valutazione dei film – Ufficio nazionale Comunicazioni sociali della C.E.I.; Ermes Maria Ronchi, teologo, saggista; Marco Tarquinio, direttore di Avvenire; Vincenzo Morgante, direttore TV2000 e inBlu Radio; Amerigo Vecchiarelli, direttore AgenSIR; Vincenzo Corrado, vice-direttore dell’Ufficio nazionale Comunicazioni sociali della Cei.

Nel dettaglio, il programma dal 12 al 15 settembre, prevede la mattina in Cattedrale a Monreale, per le Celebrazioni Liturgiche (animate da cori della Diocesi e riprese e trasmesse in diretta da TV2000, mentre quella del 15 sarà trasmessa su Rete4) e, nei pomeriggi, per gli incontri-conversazione, con momenti musicali-canori, e nelle serate, per i concerti e la rassegna corti, a Terrasini, nella significativa cornice di Palazzo d’Aumale, con una puntata a Cinisi, in Chiesa Madre per il concerto di apertura.

Oltre ai momenti musicali-canori che frammezzano gli incontri pomeridiani, il cui coordinamento è affidato a due esperti giornalisti e scrittori, quali Alessandro Zaccuri, (Avvenire) ed Alessandra Turrisi (Avvenire e  Giornale di Sicilia), a coronamento delle giornate, in programma, condotti da Paola Saluzzi e da Arianna Ciampoli (entrambe TV2000); “Quattrocanti” – Orchestra “Genio di Palermo” in concerto, diretti dal M. Pietro Marchese; Concerto della Fanfara del XII Battaglione Carabinieri “Sicilia”, diretta dal maestro Maresciallo Capo Paolo Mario Sena; Rosolino Claudio Cardile, tenore, Grazia Sinagra, Soprano, Emanuela Spina, pianista; Rassegna cortometraggi in collaborazione con il festival “Corto Corto Mon amour” – direttore artistico Vincenzo Cusumano; Concerto del Coro di Voci bianche e Cantoria del Teatro Massimo, Palermo, diretto dal M. Salvatore Punturo.

La manifestazione si concluderà con la Consegna del Premio “Una vita per… passione!” – IV Edizione a Mario Incudine, cantautore, attore, regista, musicista e autore di colonne sonore, personaggio tra i più rappresentativi della nuova world music italiana. La colomba che torna a Noè con il ramoscello di ulivo in bocca, riprodotta sul manifesto e logotipo di questo premio è infatti metafora della comunicazione feconda perché annuncia il ritorno alla vita.

“Alleati imprescindibili” di questo evento oltre l’arcivescovo di Monreale, da sempre sostenitore della forza pastorale della comunicazione mediatica per il sostegno economico con i fondi dell’8XMille, sono il parroco della Cattedrale di Monreale don Nicola Gaglio, l’assessorato regionale dei BB.CC.AA. e dell’Identità Siciliana rappresentati dal direttore del Polo Museale Riso-D’Aumale e del Museo D’Aumale (struttura che ospita l’evento) e il Sindaco di Terrasini, Giosuè Maniaci, che ha voluto che il Comune patrocinasse la manifestazione.

Condividi