Pubblicato il

NOTO. “LA CASA NELLA CITTÀ, LA CITTÀ A MISURA DI CASA …”

In vista della festa educativa relativa all’antico rito “Crisci ranni” – che quest’anno cade l’11 aprile 2015, sabato dopo Pasqua – l’omonimo Cantiere concentra la sua attenzione e passione educativa sull’ “abitare” e propone un seminario dal titolo “La casa nella città, la città a misura di casa …”. Due gli appuntamenti per preparare il rito, si svolgerà a Modica – presso l’area attrezzata Padre Basile, sede del Cantiere educativo “Crisci ranni”: giovedì 22 gennaio 2015, dalle ore 16 alle 19, il seminario di studio: “Raccontare la casa…” aperto a insegnati, educatori, genitori, animatori; venerdì 23 gennaio 2015, dalle ore 16 alle 19, il
seminario sul tema “Educare ai sentimenti”.
A guidare il seminario sarà Marcella Fragapane, docente di Arte, narratrice di miti e di fiabe, Direttrice artistica del Festival internazionale del Teatro delle Ombre di Staggia Senese.
A spiegare il tema è un comunicato stampa: “Si pensa al rapporto tra casa e città ovvero la casa che consegna alla città la misura dell’affetto, la città che – preoccupandosi delle case – valorizza le famiglie e le sostiene nello sforzo educativo, nei problemi e nelle loro ferite. Di una casa non importa quanto sia grande o riccamente ammobiliata. Ciò che conta sono le vite che vi hanno abitato, perché è nella casa che trovano spazio le relazioni profonde. L’obiettivo è ritrovare i significati dimenticati dell’abitare, ripensando, insieme ai ragazzi, la casa come luogo della sicurezza interiore da “portar con sé” nel loro “andare nel mondo e il “mondo” come “casa grande” che abitiamo, dove abitare significa mettere radici , avere legami, appartenere ed essere coinvolti interamente. Ritrovando quindi il valore della cura (I care) e della responsabilità i ragazzi potranno crescere come cittadini attivi, sia attraverso itinerari di educazione civica e di elaborazione letteraria”. 
Il Cantiere educativo “Crisci ranni”, sostenuto dalla Fondazione di Comunità Val di Noto, memore del “patto educativo” sottoscritto il 15 settembre del 2010 da tutte le agenzie educative della città di Modica nel ricordo di Don Puglisi, continua a tessere spazi di incontro e di crescita che intercettano dispersione scolastica e disagio ma anche potenzialità per coltivare condivisione e accoglienza della diversità. Il Cantiere offre opportunità di crescita e di cittadinanza attiva a quanti vogliono sperimentare il senso costruttivo del ritrovarsi insieme per la costruzione di una città attenta a tutti e in modo particolare ai più piccoli.
Per i cantieri educativi con la possibilità di altri dieci partecipanti. Iscrizioni entro lunedì 19 gennaio. Per contatti: [email protected]. [01] 
ULTIME NEWS