Pubblicato il

07 marzo 2022

Cefalù

LA COMUNITÀ DIOCESANA ACCOGLIE CHI SCAPPA DALLA GUERRA: È GARA DI SOLIDARIETÀ

LA COMUNITÀ DIOCESANA ACCOGLIE CHI SCAPPA DALLA GUERRA: È GARA DI SOLIDARIETÀ

La solidarietà è la prima grande risposta della comunità diocesana di fronte alle immagini di guerra che ogni giorno, da circa due settimane, siamo costretti a vedere in televisione e sul web. Solidarietà nei confronti delle migliaia di persone che scappano dalla guerra tra Russia e Ucraina“. Così una nota stampa della diocesi di Cefalù sulla risposta all’appello per accogliere mamme e bambini in fuga dall’Ucraina. La Diocesi fa sapere che sono già una ventina  famiglie che, da tutto il territorio diocesano, hanno dato la propria disponibilità ad accogliere i fratelli ucraini. Nelle prossime ore, infatti, arriverà  una giovane coppia in fuga dal conflitto con i suoi tre figli di 4 mesi, di 2 e 5 anni. Ancora qualche giorno di attesa invece per le tre mamme con i loro cinque bambini che, a causa del caos negli aeroporti, arriveranno a Cefalù la prossima settimana.

La Chiesa cefaludense – si legge – ancora una volta non si tira indietro dimostrandosi accogliente nei confronti dei fratelli in difficoltà, in fuga dalla guerra e dalla distruzione. Lo scorso 3 marzo inoltre, grazie ai corridoi umanitari promossi dalla Comunità di Sant’Egidio, così come era stato annunciato dopo che i Talebani avevano preso il potere in Afghanistan, è arrivata una giovane coppia afghana con i loro tre figli di 1, 3 e 6 anni“.

Intanto è ancora possibile inviare la propria disponibilità ad accogliere mamme e bambini ucraini compilando on line un modulo da far pervenire in Curia alla mail [email protected] e partecipare alla raccolta fondi utilizzando l’iban della Caritas IT86G0200843260000103128488 (causale SOS UCRAINA).

ULTIME NEWS