Pubblicato il

PALERMO. ECUMENISMO: RACCOLTA DATI DEI REFERENTI PARROCCHIALI

L’Upedi, Ufficio pastorale per l’Ecumenismo e per il Dialogo interreligioso dell’Arcidiocesi di Palermo, “avverte l’importanza che promuovere l’unità dei cristiani e il dialogo interreligioso, per le comunità, deve costituire una delle priorità pastorali, sostenendo ogni azione o iniziativa intesa a conoscere formare ed agire al servizio dell’unità e della pace, nella consapevolezza che la Chiesa ha ricevuto tale mandato per volontà stessa del Signore”. Per questo è stato avviato un servizio che raccolga i nomi dei referenti per la sensibilizzazione, la formazione e l’animazione dell’Ecumenismo e del dialogo di tutte le parrocchie.
“Nella nostra Arcidiocesi – spiega il direttore dell’Upedi, don Pietro Magro – c’è una notevole presenza di altre Chiese cristiane: ortodosse ed evangeliche varie. L’Upedi  avverte l’esigenza di conoscere meglio le identità delle diverse Chiese e pertanto desidera offrire incontri di formazione e di approfondimento ecumenico ed interreligioso ai referenti parrocchiali, affinché possano diventare animatori ecumenici nelle loro comunità. Chiediamo, quindi, che ci segnaliate almeno un nominativo di persona referente della parrocchia  per la sensibilizzazione, la formazione e l’animazione dell’Ecumenismo e del dialogo, con i relativi recapiti. Il segreto di un cammino autentico di dialogo – aggiunge – è il confrontarci con  il Vangelo di Gesù, il solo che ha la capacità di farci abbattere i muri delle divisioni e vivere nella pace e nella comunione  più autentica con tutti i fratelli e le sorelle e quindi anche con le altre chiese cristiane e le altre religioni”.

Le segnalazioni devono essere inviate via mail alla segreteria ([email protected]) o direttamente alla coordinatrice dei referenti parrocchiali, M. Concetta Piacenza ([email protected]). [01]

ULTIME NEWS