Pubblicato il

ACIREALE. MONS. RASPANTI SULLA “SEDICENTE CHIESA CATTOLICA ECUMENICA” NATA SUL TERRITORIO

“Ho sentito dire ad Acireale di avvenimenti di una sedicente Chiesa cattolica ecumenica. Questa non ha nulla a che vedere con noi, Chiesa cattolica obbediente a Papa Francesco, perché è una formazione che io non conosco e so per certo che in nessun modo è collegata con il Vaticano”. Lo dice il vescovo di Acireale, mons. Antonino Raspanti, a proposito della diffusione nel territorio della diocesi che lui guida di una chiesa che si professa “cattolica ecumenica”. “Ho sentito dire come scopiazzi i nostri canti, riti e abbigliamenti e così induca disorientamento e confusione nelle persone che si ritengono buoni cattolici”, afferma il presule che annuncia: “Se ci sarà la possibilità, vedremo anche dal punto di vista legale se ciò sia consentito”. Infine, un messaggio ai fedeli:  “Voglio avvertire tutti i fedeli della diocesi che chi prendesse parte a questi riti si pone al di fuori della Chiesa cattolica romana. In pratica, si va incontro a una sorta di scomunica”. [01]

Condividi
ULTIME NEWS