Pubblicato il

28 novembre 2019

Caltanissetta

ERNESTO OLIVERO A CASA ROSETTA: “LA CURA E LA CITTÀ: IMPLICAZIONI SOCIALI DI UNA CULTURA DEL SERVIZIO”

ERNESTO OLIVERO A CASA ROSETTA: “LA CURA E LA CITTÀ: IMPLICAZIONI SOCIALI DI UNA CULTURA DEL SERVIZIO”

Giovedì 28 novembre, presso il Teatro Regina Margherita. a Caltanissetta, sarà inaugurato l’anno accademico del Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione, organizzato e realizzato dalla Fondazione Alessia, dedicata alla formazione culturale del personale dell’Associazione Casa Rosetta, in collegamento con la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium” di Roma.

La prolusione sarà affidata ad Ernesto Olivero, fondatore del Sermig e dell’Arsenale della Pace di Torino, e avrà come tema “La cura e la città: implicazioni sociali di una cultura del servizio”. E’ proposta agli studenti che seguono i corso a Caltanissetta e a Partinico come anche momento di riflessione nella festa annuale dell’Associazione Casa Rosetta, in coincidenza con il giorno della nascita del suo compianto fondatore, don Vincenzo Sorce, che proprio il 28 novembre avrebbe compiuto 75 anni.

L’intenzione sottesa alla scelta di questo tema – spiega il direttore del Corso di Laurea, don Massimo Naro è quella di suscitare una riflessione sulla valenza sociale e culturale del servizio che una realtà come Casa Rosetta offre ai territori e ai contesti in cui opera: c’è – o ci può e ci deve essere – un’interazione con il tessuto cittadino? Un’interazione – continua il sacerdote – che si sviluppi a livello di reciproco sostegno, di vicendevole attenzione e simpatia, di mutue convergenze volte al bene comune di tutti? Corriamo il rischio che associazioni come Casa Rosetta risultino dei corpi estranei o persino ingombranti dentro le città italiane di questo tempo? Cosa possiamo fare, insieme, per evitare questo rischio e per dimostrare che invece si tratta di una chance positiva? L’offerta formativa rivolta ai giovani da parte di un’istituzione accademica come il nostro Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e di Formazione, giunto al suo terzo -anno di attività, può certamente contribuire a dare risposte significative a questi interrogativi. E, al contempo – prosegue don Naro –, può ricevere lumi da una riflessione come quella che Ernesto Olivero proporrà. Lumi che possono risultare clarificatori anche per tanti altri soggetti a diverso titolo coinvolti nell’organizzazione, nell’amministrazione e nella gestione delle risorse, prime fra tutte quelle umane, del nostro ambiente sociale“.

Condividi