Pubblicato il

11 e 12 maggio 2019

Caltanissetta

GIOVANI E FAMIGLIE INSIEME: “VENITE ALLA FESTA”

GIOVANI E FAMIGLIE INSIEME: “VENITE ALLA FESTA”

Sabato 11 e domenica 12 maggio a Resuttano grande festa per l’IGF, Insieme Giovani e Famiglie, l’appuntamento annuale della Diocesi di Caltanissetta, quest’anno alla 12° edizione. A curare l'appuntamento sono gli Uffici di Pastorale Familiare e di Pastorale Giovanile.

“Venite alla festa!” è il titolo dell’edizione 2019 della manifestazione diocesana che riunisce giovani e famiglie.

Quella di quest’anno sarà ua due giorni particolarmente intensa, che inizierà nella serata di sabato, alle 19, con l’arrivo del braciere attorno al quale tradizionalmente apre l’IGF, e poi la Serenata a Maria e l’Adorazione eucaristica. Uno spettacolo sotto le stelle ed una serie di degustazioni concluderanno la prima giornata.

La domenica per tutto il giorno si alterneranno gli eventi che renderanno protagoniste le diverse generazioni: ci saranno, infatti, i ragazzi di Prima Comunione e Cresima, che arriveranno da tutta la Diocesi per vivere l’esperienza comunitaria dei Laboratori che si svolgeranno presso la Scuola Media “F. Petrarca” e la condivisione dei giochi e della festa nel vicino Parco Urbano: i giovani parteciperanno all’incontro di approfondimento in Chiesa Madre, domenica mattina, con le testimonianze di Leopoldo, già componente del GEN Rosso, e di Madre Priscilla, che ha maturato la sua esperienza in Brasile e da qualche mese è Superiora Generale delle Suore Francescane del Signore.

Dopo la colazione a sacco, nel pomeriggio, insieme ragazzi, giovani e famiglie condivideranno la festa, con musica, danze e momenti di animazione.

Alle 17.30 la celebrazione eucaristica all’aperto presieduta dal vescovo mons. Mario Russotto concluderà la festa.

“L’evento di maggio è stato preparato con un percorso di approfondimento spirituale che ha visto svolgersi a Resuttano due Lectio bibliche in Avvento, una per i giovani ed una per gli sposi, e due in Quaresima, tenute dal vescovo Mario, che ha pensato e voluto in Diocesi l’IGF sin dall’inizio del suo episcopato. L’azione pastorale che promuove dialogo e relazioni positive tra le diverse generazioni – si legge in una nota stampa della Diocesi – è stata individuata come centrale e strategica tra le priorità degli orientamenti pastorali, volta a costruire legami autentici, solidali, capacità di condivisione e resilienza per affrontare il percorso della vita, in una fase difficile che la nostra società sta attraversando e che ha particolarmente bisogno di comunità solide, animate da passione spirituale e senso di appartenenza, capaci di alimentare la speranza e di abitare da cristiani la storia”.

Condividi