versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Ufficio stampa » In evidenza » "IN ATTESA DI PAPA FRANCESCO". MONS. LOREFICE “VIENE A SOSTENERE UNA CHIESA ‘PROSSIMA’ ALLA VITA ORDINARIA DEGLI UOMINI” 

"IN ATTESA DI PAPA FRANCESCO". MONS. LOREFICE “VIENE A SOSTENERE UNA CHIESA ‘PROSSIMA’ ALLA VITA ORDINARIA DEGLI UOMINI”   versione testuale

Una chiesa che “può essere credibile solo se esce dalle sagrestie e sta sulla strada e tra le case degli uomini e delle donne”

“Papa Francesco viene in Sicilia a sostenere una Chiesa chiamata a ripartire con sguardo evangelico dalla realtà della vita degli uomini di questo nostro tempo”. Una chiesa che “può essere credibile solo se esce dalle sagrestie e sta sulla strada e tra le case degli uomini e delle donne”. Lo scrive l’arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice, nel numero di agosto-settembre di Vita Pastorale, anticipato al Sir, parlando dell'ormai prossima visita apostolica del Pontefice in Sicilia. Quella auspicata è una chiesa “nunzia”, “prossima”, “lì dove scorre la vita ordinaria e il tempo feriale, lì dove il volto degli umani è rigato da dolore, lì dove abitano i vinti e gli scarti della terra, dove stanno le vittime delle ingiustizie umane e dei poteri subdoli e mafiosi”. Il presule sa bene che “in Sicilia, a Palermo, non si può annunciare la potenza redentiva dell’Evangelo in forma astratta e disincarnata, ma a partire dalla realtà di una terra violentata e abusata dalla mafia, facendo memoria delle vittime di ieri e di oggi”. Il Papa sarà a Palermo, il 15 settembre, per il 25° anniversario dell’uccisione per mano mafiosa di don Pino Puglisi, che “in tutto l’arco del suo ministero si è fatto interpellare dalla storia concreta in cui ha vissuto ed esercitato la sua azione pastorale”. E il suo martirio riconosciuto dalla Chiesa in odium fidei – sottolinea l’arcivescovo – è anche una “condanna della mafia e dei suoi fini”. Avendo conosciuto personalmente don Puglisi, mons. Lorefice ricorda di lui “la testimonianza che è possibile una Chiesa profetica, libera e fedele a Cristo”. “Da lui ho ereditato l’insegnamento che la Chiesa diventa profetica nella misura in cui è povera, non cerca appoggi né privilegi e vive sulle strade degli uomini e delle donne, confidando solo nella potenza della debolezza esaltante del Vangelo di Gesù Cristo”.
Intanto continua il fermento organizativo, non solo a Piazza Armerina e a Palermo, ma nell'intera Isola. In tutte le diocesi, infatti, ci si prepara all'evento e ci si organizza per esserci. A proporre la partecipazione sono parrocchie, gruppi e movimenti. La Pastorale giovanile diocesana e regionale, poi, ha programmato una due giorni, in attesa dell'incontro regionale dei giovani di Sicilia con il Pontefice.
È anche online il sito web sulla visita pastorale di Papa Francesco a Palermo. L’indirizzo è www.papafrancescoapalermo.it. Presenti sul sito, l’intero programma della visita e tutte le informazioni utili, sia per i fedeli che per gli operatori della comunicazione.  La sezione news viene costantemente aggiornata per “informare costantemente sugli eventi in programmazione”. Proposti, inoltre, alcuni approfondimenti per fare conoscere al pubblico le “tante risorse della Chiesa palermitana”. In homepage due sezioni di fotogallery e di videogallery che documenteranno tutti i momenti dell’evento. [01]
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi