versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Catechesi » L'ANNUNCIO DELLA FEDE PASSA DAL WEB 

L'ANNUNCIO DELLA FEDE PASSA DAL WEB   versione testuale

Scuola regionale di formazione per le équipes degli Uffici catechistici diocesani e i formatori dei catechisti


La formazione dei catechisti passa dal web e si fa occasione di approfondimento, di scambio e di crescita L’Ufficio per la Dottrina della Fede e la Catechesi della Conferenza Episcopale Siciliana propone una Scuola di formazione per le equipe diocesane degli Ucd - Uffici catechistici diocesani - impegnate nell’animazione della catechesi nelle Chiese particolari. Un percorso lungo due anni che aiuterà ad individuare ed approfondire le coordinate e l’itinerario di fede nonché le sue componenti, ed insisterà sui linguaggi della catechesi, tenendo presente età e caratteristiche dei destinatari della stessa e delle esigenze che l'oggi presenta."La proposta nasce da una precisa esigenza palesata dalle stesse équipe diocesane durante i convegni regionali e dalla consapevolezza che la formazione dei catechisti e il loro coordinamento sia fondamentale all’interno della Chiesa particolare. L’obiettivo è quello di offrire una base formativa comune agli Ucd delle Chiese di Sicilia in vista di un migliore coordinamento. La metodologia e la didattica sono finalizzate a offrire quegli strumenti per la mediazione catechistica tenendo conto dei destinatari della catechesi".

 

La proposta formativa. Le equipe degli Uffici catechistici diocesani e i formatori dei catechisti ascolteranno e potranno riascoltare, leggeranno e potranno rileggere, interverranno e potranno rielaborare quanto proposto dai relatori. Tutto senza muoversi da casa o dalla propria parrocchia.

L'intero corso è proposto attraverso lezioni frontali online “live stream” di 90 minuti, con possibilità di interagire. Le lezioni saranno trasmesse sul canale www.livestream.com/cesilive della Segreteria Pastorale della CESi, dove rimarranno a disposizione di chi sente il bisogno di riascoltare o per le équipes che vorranno riproporre il tema a tutti i catechisti e i formatori che lavorano nelle singole parrocchie. Il docente - relatore fornirà il testo della lezione e una traccia di lavoro per lo studio successivo, personale e/o in èquipe secondo le modalità decise da ogni singolo Ucd. Dopo ogni incontro, ogni equipe produrrà un elaborato da consegnare e condividere nei weekend residenziali.

 

L’esemplarità della famiglia e la trasmissione della fede: "catechisti come genitori, catechesi come famiglia". A determinare la necessità di imparare dalla famiglia e, nello stesso tempo, di coinvolgerla nei processi di trasmissione della fede è mons. Salvatore Muratore, Vescovo di Nicosia e delegato CESi per la Catechesi. "È dentro la famiglia che si impara l’alfabeto dell’amore, della fede, della fiducia, del coraggio, della gratuità, del dono e della speranza. Famiglie coese, attente, testimonianti e con grandi scelte valoriali metteranno basi solide per la costruzione della vita dei figli. La famiglia rappresenta il luogo fondamentale e privilegiato dell’esperienza affettiva. Di conseguenza deve essere anche il soggetto centrale della vita ecclesiale, grembo vitale di educazione alla fede e cellula fondante e ineguagliabile della vita sociale. Famiglie cristiane che si alimentano continuamente alla triade costitutiva della fede – preghiera, ascolto ed eucaristia – e fanno dell’incontro con Gesù il motivo fondante di tutte le scelte personali e familiari, lasceranno nel cuore delle giovani generazioni tracce formidabili ed indelebili. Alla famiglia deve essere riconosciuto il ruolo primario nella trasmissione dei valori fondamentali della vita e nell’educazione alla fede e all’amore, sollecitandola a svolgere il proprio compito e integrandolo nella comunità cristiana. C’è una impronta che solo la famiglia può dare e che rimane nel tempo".

 

"Soggetti responsabili dell’annuncio e della catechesi". La proposta formativa dell'Uffcio regionale per la Catechesi  tiene conto della prospettiva missionaria di "Evangelii Gaudium" e degli Orientamenti pastorali della CEI per l’annuncio e la catechesi in Italia "Incontriamo Gesù". Ed è qui che il collegamento tra catechesi e famiglia diventa esplicito e fondante. Negli Orientamenti, infatti, al capitolo 28, affrontando il tema dei "Soggetti responsabili dell’annuncio e della catechesi", i Vescovi italiani scrivono che "un ruolo primario e fondamentale appartiene alla famiglia cristiana in quanto Chiesa domestica. Essa, proprio come la Chiesa, è «uno spazio in cui il Vangelo è trasmesso e da cui si irradia» e ha una «prerogativa unica: trasmette il Vangelo radicandolo nel contesto di profondi valori umani». Tutti conosciamo le fragilità, le fatiche e le ferite alle quali è esposta oggi la famiglia. Mentre rimane impegno costante delle comunità cristiane esprimere forme di vicinanza e di sostegno pastorale e spirituale agli sposi, dobbiamo comunque pensare ai genitori cristiani, qualunque situazione essi vivano, come i primi educatori nella fede: essi, salvo espliciti rifiuti, con il dono della vita desiderano per i propri figli anche il bene della fede. Proprio per questo, la comunità cristiana deve alla famiglia una collaborazione leale ed esplicita, considerandola la prima alleata di ogni proposta catechistica offerta ai piccoli ed alle nuove generazioni. In tal senso va valorizzato ogni autentico sforzo educativo in senso cristiano compiuto da parte dei genitori". [01]

 

 


1° LEZIONE:
Giuseppe Alcamo
Martedì 25 novembre 2014 ore 18:00
 

Le fonti della catechesi (cfr Db)
Carmelo Sciuto
Martedì 10 marzo 2015 ore 18:00


4° LEZIONE:
Natura, finalità e compiti dell’itinerario (Dgc 77-91). Natura “esperienziale” della catechesi
Salvatore Barbetta
Martedì 17 marzo 2015 ore 18:00
 
 
La prospettiva dell'ispirazione catecumenale
Maurizio Aliotta
Martedì 5 maggio 2015 ore 18:00
 
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi