versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Caltagirone » 2018 » CALTAGIRONE. MINISTRI DELLA COMUNIONE: RINNOVO DEL MANDATO 

CALTAGIRONE. MINISTRI DELLA COMUNIONE: RINNOVO DEL MANDATO   versione testuale

Per il vescovo Peri, servizio ad "una porzione preziosa del popolo di Dio"

Domenica 28 ottobre 2018, alle ore 10 in Cattedrale, i Ministri straordinari della Comunione vivranno un momento di formazione e, alle ore 11, il vescovo, mons. Calogero Peri, presiederà la messa durante la quale verranno conferiti e rinnovati il mandato a chi presta questo prezioso servizio alla comunità. “Papa Francesco non si stanca di ribadire l’urgenza di uno stile di accompagnamento incessante e diligente di una Chiesa, segno missionario, in un tempo in cui l’abbandono dei poveri, degli anziani, dei bisognosi, dei sofferenti si fa eco rumorosa di solitudini crescenti, che dai risvolti fragili di esistenze, sovente senza chiari riferimenti spirituali, sociali e affettivi, gridano la loro domanda di attenzione. Il servizio delicato e prezioso di ogni Ministro straordinario della Comunione  - spiega don Davide Paglia, direttore dell’Ufficio liturgico diocesano -  si configura dentro l'orizzonte profetico di una Chiesa sinodale capace di camminare insieme e di prendersi cura di quanti sono segnati dal mistero della sofferenza. È tempo pertanto di una Chiesa ministeriale che incarna la prossimità e la vicinanza superando la strettoia rumorosa e frenetica di cose da fare e di privilegi acquisiti”.
“Gli infermi, gli anziani impediti, porzione preziosa del popolo di Dio, vengono chiamati e coinvolti nel silenzioso apostolato dell’offerta spirituale della preghiera e della loro stessa vita a favore della comunità. Ad essi – dice il vescovo, mons. Calogero Peri - deve giungere, dunque, più intensa e puntuale la sensibilità e l’attenzione della comunità, non solo con la opportunità di accostarsi alla Comunione sacramentale, ma soprattutto con la certezza del calore della prossimità “reale” del comandamento dell’amore fraterno”. [01]
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi