versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Cefalù » 2018 » CEFALU’. NUOVE NOMINE PER “UN PROCESSO SINODALE DI RINNOVAENTO CHE RIENE CONTO DEI TALENTI DEL TERRITORIO” 

CEFALU’. NUOVE NOMINE PER “UN PROCESSO SINODALE DI RINNOVAENTO CHE RIENE CONTO DEI TALENTI DEL TERRITORIO”   versione testuale

Riguardano il Seminario, i Beni culturale e l’Edilizia di culto , la Basilica Cattedrale

Il vescovo di Cefalù, mons. Giuseppe Marciante, “avviando un processo sinodale di rinnovamento e tenendo conto dei tanti talenti diffusi nel territorio diocesano”, ha nominato economo del Seminario diocesano e responsabile della struttura Seminario estivo “San Guglielmo” in Castelbuono, mons. Francesco Casamento, in atto parroco a Castelbuono nella parrocchia Natività di Maria Vergine e coordinatore del Vicariato di Castelbuono.
Don Matteo Castiglione, in atto amministratore parrocchiale a Bompietro e a Locati nelle parrocchie SS. Apostoli Pietro e Paolo e Sacra Famiglia, è stato nominato presidente della Consulta diocesana per l’Arte Sacra, i Beni culturali e l’Edilizia di Culto.
Ad entrambi i confratelli, le cui nomine hanno immediata esecutività, il vescovo Marciante auspica “passione educativa verso quanti sceglieranno il Seminario come luogo per trascorrere un tempo di discernimento spirituale; fantasia pastorale nel progettare itinerari spirituali e culturali, valorizzando i preziosi Beni ecclesiastici che arricchiscono i Comuni della nostra Diocesi”.
Inoltre. “al fine di favorire una più continua ed efficace cura della vita e delle attività della Cattedrale”, il vescovo di Cefalù ha nominato delegato vescovile per la Basilica Cattedrale, il can. Domenico Messina, in atto parroco a Cefalù nelle parrocchie S. Agata V. e M. e Maria SS.ma Addolorata, nonché maestro delle Cerimonie liturgiche episcopali e responsabile del Servizio diocesano per la Pastorale liturgica. “Che la nostra Basilica Cattedrale sia sempre più la Casa del Signore, la Casa di tutti, aperta a tutti – ha detto mons. Marciante, annunciando la nomina -, segno visibile di unità della Comunità diocesana, icona della genuina identità del nostro popolo, testimonianza culturale delle nostre radici cristiane e modello di rinnovamento liturgico-pastorale nello spirito del Concilio Vaticano II”. La nomina del can. Messina ha esecutività dal 01 settembre 2018. [01]
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi