cesi
Avviso: pagina non disponibile
Si è verificato l'errore: -1031 ORA-01031: privilegi insufficienti.
Si prega di comunicarlo all'assistenza, grazie.
 
Chiese di Sicilia - Conferenza Episcopale Siciliana - RAGUSA. CARITAS E MIGRANTES: "PINOCCHIO E IL PAESE DEI FARLOCCHI"
versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Ragusa » 2018 » RAGUSA. CARITAS E MIGRANTES: "PINOCCHIO E IL PAESE DEI FARLOCCHI" 

RAGUSA. CARITAS E MIGRANTES: "PINOCCHIO E IL PAESE DEI FARLOCCHI"   versione testuale

Laboratorio teatrale per i bambini della famiglie che si rivolgono al Presidio Caritas, nel territorio di Marina di Acate

Per il secondo anno consecutivo la Caritas e l'Ufficio Migrantes della diocesi di Ragusa hanno organizzato un laboratorio teatrale per i bambini della famiglie che si rivolgono al Presidio Caritas, nel territorio di Marina di Acate. I ragazzi che hanno partecipato al percorso sono 20 e rappresentano una piccola parte dei circa 200 minori censiti dal Presidio e che vivono da invisibili sul territorio ragusano. "Molti di loro non frequentano la scuola - spiega la Caritas in una nota -, non hanno spazi di condivisione con i coetanei,  lavorano come baby sitter all’interno o all’esterno della propria famiglia mentre gli adulti si trovano  in serra. Alcune volte si recano essi stessa sui campi per lavorare. Tutti, in definitiva, sono privati della possibilità di vivere pienamente la propria infanzia o adolescenza. Il laboratorio ha restituito loro, attraverso l’arte, quello che un sistema di produzione basato in buona parte sullo sfruttamento e sul non rispetto della persona umana, toglie quotidianamente". 
“Pinocchio nel paese dei farlocchi” è un breve spettacolo scritto da Fabio Guastella e Silvia Leggio, per la regia di Fabio Guastella, che andrà in scena martedì 12 giugno 2018, al Teatro don Bosco, a Ragusa, alle ore 19.30, e il 13 giugno al Teatro Golden Hall, a Vittoria, alle ore 19.30. L'ingresso è gratuito. "Per la diocesi - aggiunge la Caritas, invitando a partecipare - è molto importante che questi bambini possano ricevere un applauso dalla cittadinanza e che vedano riconosciuta la loro presenza sul territorio". [01]
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi