versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Mazara del Vallo » 2017 » MAZARA DEL VALLO. MEDITERRANEO: "E' DIVENTATO UN CIMITERO LIQUIDO" 

MAZARA DEL VALLO. MEDITERRANEO: "E' DIVENTATO UN CIMITERO LIQUIDO"   versione testuale

La denuncia del vescovo Mogavero "una scelta sciagurata e dissacrante”

“Permettere che questo mare, grembo di vita e crogiolo che accoglie le tre grandi religioni monoteistiche, diventasse un cimitero liquido è stata una scelta sciagurata e dissacrante”. Lo ha detto il vescovo di Mazara del Vallo, mons. Domenico Mogavero, leggendo il suo messaggio, domenica 27 agosto 2017, al rientro della processione a mare del simulacro di san Vito, a conclusione del Festino dedicato al Patrono della cittadina trapanese. L’urna del santo è stata portata in processione a bordo di una barca sulle acque del Mediterraneo e una corona di alloro è stata deposta presso la statua del Cristo, che si trova nei fondali mazaresi. Il vescovo ha sottolineato di avere rivolto un pensiero “alle vittime di un lavoro, duro e talora ingrato. A loro abbiamo accomunato anche gli innumerevoli migranti, vittime di un destino che ha posto sul loro cammino di speranza un rifiuto disumano che mortifica la nostra coscienza civile e la nostra religiosità”. Mons. Mogavero ha poi posto l’attenzione sul futuro del Mediterraneo, “un orizzonte che si presenta denso di nubi oscure, presaghe di nuove incertezze e, Dio non voglia, di nuovi martiri tra la pacifica e operosa gente del mare. Il Mediterraneo ha una vocazione di laboriosità, di incontro, di dialogo, di pace e di sicurezza, oggi messa in forse da insorgenti, e forse mai sopiti, rigurgiti di ostilità e di predominio”. Ecco perché, secondo il vescovo, “occorre intervenire subito in tutte le sedi – istituzionali e non – prima che la situazione sfugga di mano e devastanti bagliori di guerra sconvolgano questo mare, mettendo a repentaglio la vita e il lavoro dei nostri equipaggi e di quanti operano in esso”. La traversata del Santo è stata trasmessa in diretta Facebook sulla pagina della diocesi, grazie alla redazione del giornale diocesano “Condividere”. [01]
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi