versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Acireale » 2017 » ACIREALE. LA GIOIA DELLA DIOCESI E DEL VESCOVO PER IL RISVEGLIO DEL BAMBINO FERITO  

ACIREALE. LA GIOIA DELLA DIOCESI E DEL VESCOVO PER IL RISVEGLIO DEL BAMBINO FERITO    versione testuale

Una nota stampa aggiorna anche sulla questione dei restauri e della messa in sicurezza

Si è risvegliato il bimbo di un anno ferito sabato nel duomo di Acireale per la caduta di intonaco dal tetto. La belle notizia è stata appena diffusa da un comunicato della diocesi di Acireale, che esprime “il proprio rammarico e dispiacere per il tragico incidente di sabato scorso in cattedrale, nel quale sono rimasti coinvolti un bambino e in forma più lieve un’altra persona”. Il vescovo di Acireale, mons. Antonino Raspanti, stamattina ha appreso dalla madre che il bambino si è svegliato e che i medici hanno staccato i macchinari. “Una notizia che riempie di gioia non solo il vescovo della diocesi ma l’intera comunità diocesana”, prosegue la nota che ricorda anche che “mons. Antonino Raspanti nei giorni passati si è recato al Policlinico di Messina ed è stato sempre in contatto telefonico con i genitori per avere notizie sullo stato di salute del piccolo. Le notizie di cauto ottimismo che hanno lasciato in apprensione l’intera comunità diocesana adesso cedono il posto alla gioia e all’augurio che il bambino possa presto riprendersi nel pieno delle sue funzioni”.
Intanto, “dai primi rilievi effettuati nella basilica cattedrale, è chiaro come l’incidente sia stato una tragica fatalità assolutamente non prevedibile. Lo scrostamento d’intonaco si è verificato in un luogo (al di sotto della cantoria) dove non c’erano né lesioni, né segni di umidità”.
“La diocesi – precisa la nota -, in ogni caso, non è mai venuta meno al proprio dovere di provvedere al restauro e messa in sicurezza dei tanti edifici di culto, attingendo sia al fondo dell’8xmille che a fondi propri o delle singole parrocchie. Ogni anno, così come pubblicato sul sito diocesano, una o due parrocchie sono oggetto di lavori”. [01]

Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi