versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Ragusa » 2017 » RAGUSA. COMUNICAZIONI SOCIALI: "SPAZIO A FATTI POSITIVI, MA ANCHE IL BENE NELLA NEGATIVITA'” 

RAGUSA. COMUNICAZIONI SOCIALI: "SPAZIO A FATTI POSITIVI, MA ANCHE IL BENE NELLA NEGATIVITA'”   versione testuale

Saladino, direttore diocesano dell'Ufficio, sul “dare la ‘buona notizia'"

“Cogliere e dare ogni giorno la ‘buona notizia’, che non è solo riservare spazio ai fatti positivi che succedono (e ancora ce ne sono!), ma anche riuscire a interpretare ogni notizia, anche la peggiore, cogliendo un elemento di bene nella realtà negativa”. È uno degli aspetti rilevati da Gian Piero Saladino, direttore dell’Ufficio per le Comunicazioni sociali della diocesi di Ragusa, rileggendo il Messaggio scritto da Papa Francesco per la 51ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Saladino rileva “la contraddizione fra la crescente importanza ‘evangelizzatrice’ degli attori locali della comunicazione e la loro crescente umiliazione professionale ed economica in contesti editoriali subalterni alle logiche del potere e del denaro” così come “la necessità, in questo territorio, di formare nuove competenze per ‘antichi’ e ‘moderni’ comunicatori progettate e realizzate dagli ‘addetti ai lavori’ per essere messe a disposizione della comunità e specialmente dei giovani”. C’è poi “l’urgenza di una fiduciosa evoluzione del ‘linguaggio’ e delle ‘forme di presenza’ da parte di sacerdoti e operatori pastorali in un contesto reale profondamente mutato”. “A Ragusa – aggiunge – urge continuare a portare avanti un’iniziativa integrata fra tutte le agenzie educative operanti nel contesto locale delle comunicazioni sociali e digitali come ‘ambiente’ ineludibile di vita, di dialogo e di crescita personale, sociale e spirituale”. Saladino conclude ricordando il “servizio svolto da una testata di informazione di ispirazione cattolica che vive da 32 anni, ‘Insieme’, autonoma da condizionamenti interni ed esterni, attenta ai bisogni e alle sensibilità delle comunità urbane ed ecclesiali”. [01]
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi