versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Ragusa » 2017 » RAGUSA. 8XMILLE: PRESENTATE LE ATTIVITÀ SVOLTE 

RAGUSA. 8XMILLE: PRESENTATE LE ATTIVITÀ SVOLTE   versione testuale

Dal 22 aprile in onda uno “spot” sul progetto “Costruiamo saperi”

“Un invito agli italiani a continuare a donare un contributo fondamentale alla Chiesa cattolica, ai suoi pastori e quindi ad aiutare quella parte di società spesso dimenticata”. A rivolgerlo è stato don Roberto Asta, vicario generale della diocesi di Ragusa, durante un incontro svoltosi oggi – moderato da Gian Piero Saladino, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi –sull'otto per mille destinato alla Chiesa cattolica. Don Gino Alessi, incaricato diocesano per il Sovvenire, si legge in un comunicato,  ha ricordato la nascita e la storia dell’8xmille alla Chiesa cattolica, e ha specificato i settori per i quali vengono impiegati i fondi economici: attività di culto e pastorale, attività caritative, restauro e costruzione delle chiese, beni culturali, aiuto al terzo mondo e aiuto alle popolazioni in stato di emergenza e di calamità. Don Alessi ha menzionato pure alcuni dati complessivi sui fondi che sono stati donati lo scorso anno alla diocesi di Ragusa: 600mila euro per attività di culto e pastorale, 550mila euro per attività caritative, più di 1 milione di euro per l’aiuto ai sacerdoti, 1 milione e 800mila euro per la costruzione di nuove chiese e 300mila euro per i beni culturali.  Durante la conferenza stampa, infine, è stato presentato uno spot televisivo sull’8xmille che vede come protagonista proprio un progetto della diocesi di Ragusa. Si tratta del progetto “Costruiamo saperi”, che coinvolge in un’esperienza di formazione-lavoro (nei settori dell’edilizia, dell’agricoltura e della falegnameria) 25 cittadini stranieri residenti nel territorio di Ragusa, per un processo di accompagnamento all’autoimprenditorialità. Lo spot andrà in onda su tutti i canali televisivi nazionali a partire dal 22 aprile 2017. [01]

Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi