versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Acireale » 2017 » ACIREALE. "DIVERSARTEMENTE": "UNO, NESSUNO... TUTTI INSIEME!" 

ACIREALE. "DIVERSARTEMENTE": "UNO, NESSUNO... TUTTI INSIEME!"   versione testuale

Sensibilizzare e stimolare l'integrazione delle disabilità e delle emarginazioni attraverso il linguaggio artistico

Sabato 1 aprile 2017, a Linera, l'associazione Comunità Papa Giovanni XXIII darà il via alla seconda edizione di "DiversArtemente", momento di confronto per sensibilizzare e stimolare l'integrazione delle disabilità e delle emarginazioni attraverso le molteplici risorse del linguaggio artistico.
Presso i locali della cooperativa "Rò la Formichina", sita a Linera, in via don Oreste Benzi, frazione di Santa Venerina, sabato 1 aprile e domenica 2 aprile 2017 si terrà la prima tavola rotonda sul tema "Uno, nessuno... tutti insieme!" nella quale si rifletterà sul linguaggio del teatro come mezzo di espressione e di comunicazione per tutte quelle persone che non riescono a parlare di sè e a raccontarsi. Nelle altre due tavole rotonde che si terranno una a maggio (nei giorni 6-7) e l`altra a giugno (nei giorni 10-11) verranno invece messi a fuoco rispettivamente i temi della musica e della danza.
In particolare, nella tavola rotonda di domenica saranno presenti Giulia Innocenti Malini, docente in Teatro sociale presso Università Cattolica di Milano, ed Emanuela Frisoni, referente artistica della Comunità Papà Giovanni XXIII, presso la cooperativa Ro' la Formichina di Linera.
In particolare l'attività è rivolta a studenti di teatro, danza, musica, musicoterapeuti, arteterapeuti, insegnanti, presidi, capi scout, educatori, operatori sociali, ecc. per un massimo di 25 iscritti.
Per partecipare ai singoli appuntamenti di dibattito del 1-2 aprile 2017 (teatro), del 6-7 maggio 2017 (musica) e del 10-11 giugno 2017 (danza) è richiesto un contributo minimo di € 20; mentre per partecipare a tutti e tre gli appuntamenti è richiesto un contributo minimo di € 50 (sarebbe comunque gradito un contributo maggiore per coprire tutte le spese). Il pranzo di domenica 2 aprile prevede un contributo di € 5. Su richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione. [01]
Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi