versione accessibile   |   mappa del sito   |   newsletter   |   contatti 
Torna in Home Page
 Chiese di Sicilia » Diocesi di Sicilia » Palermo » 2017 » PALERMO. CATTEDRALE: IN PREGHIERA PER L’UNITÀ DELLA CHIESA DIOCESANA 

PALERMO. CATTEDRALE: IN PREGHIERA PER L’UNITÀ DELLA CHIESA DIOCESANA   versione testuale

Mons. Lorefice: “Grazie Signore, perché ci permetti di non spegnere lo Spirito”

Una folla di fedeli ha risposto all’invito dell’arcivescovo mons. Corrado Lorefice a pregare per l’unità della Chiesa di Palermo. Una stima dell’Ufficio per le Comunicazioni sociali della Curia palermitana, martedì 4 aprile 2017 sono state “almeno 4.000 le persone che hanno partecipato con grande devozione, all’Adorazione eucaristica svoltasi in Cattedrale”. Erano presenti presbiteri, diaconi, religiosi e fedeli laici provenienti anche dai paesi più lontani dell’Arcidiocesi di Palermo “come a dimostrare che la Chiesa può essere ferita, ma non divisa”.
La preghiera è stata lunga, silenziosa, intervallata solo da invocazioni, canti e letture di pericopi tratte dell’Antico e dal Nuovo Testamento che hanno richiamato all'unità, al perdono, alla pace e alla edificazione fraterna.
L’Adorazione è stata presieduta dall’arcivescovo, il quale, prima della benedizione finale, ha ringraziato il Signore con una preghiera spontanea. “Grazie Signore, perché ci permetti di non spegnere lo Spirito. Nessuno di noi – ha detto - è qui per un altro motivo, ma per testimoniare che lo Spirito è all'opera nella sua Chiesa. Oggi ti chiediamo perdono - aggiunge - perché non sempre siamo stati capaci di far si che lo Spirito ci rendesse l'unico corpo di Cristo, a cominciare da me vescovo. Ti chiediamo perdono perché le dottrine formulate ci possono dividere, ma davanti al mistero dell'Eucaristia allora tutti siamo riuniti. Noi stasera soffriamo e soffriremo finché non siamo tutti. Nessuno è un condannato, nessuno è un escluso. Ciascuno è un cristiano perché è un amato, è un perdonato”. [01]
Per l’adorazione è stato utilizzato l’ostensorio messo a disposizione per l’occasione dal parroco della parrocchia Annunciazione del Signore, don Cesare Rattoballi, a forma di mandorla, in metal vetro che rappresenta le due nature di Gesù: umana e divina, ideato dallo stesso parroco e realizzato dall’artigiano Salvatore Landino. [01]

Cerca Diocesi
Seleziona la Diocesi